Quantcast

Travagliato, tentò di strozzare la moglie: chiesti 17 anni

La Procura di Brescia ha formulato la richiesta di condanna per una guardia giurata che, lo scorso 20 maggio, aggredì la moglie che aveva scoperto un suo tradimento.

(red.) Lo scorso 20 maggio aggredì la moglie, prendendola per il collo con una mano, mentre con l’altra cercava di tenere a bada la donna che si divincolava. Un’aggressione interrotta dall’intervento di una figlio della coppia e dall’arrivo dei carabinieri.
La procura di Brescia ha chiamato alla sbarra l’uomo, una guardia giurata originaria della Campania e residente a Travagliato, con l’accusa di tentato omicidio e di maltrattamenti in famiglia, richiedendo una condanna a complessivi 17 anni di carcere.
La donna venne poi ricoverata in ospedale e dimessa con una prognosi di 15 giorni.

Secondo gli inquirenti, l’aggressione alla (ex) moglie, l’ultima di una serie di violenze che sarebbero state perpetrate dal vigilantes, scaturì da un litigio legato alla scoperta del tradimento dell’uomo che, via chat, intratteneva una relazione con una donna di Bari, la quale sarebbe stata intenzionata a lasciare la propria città per raggiungere l’amante, con il quale non si erano mai incontrati di persona, nel bresciano, portando con sè il figlio. Vistosi scoperto la guardia giurata ha reagito con violenza, un’azione che, secondo l’accusa, sarebbe stata finalizzata ad uccidere la moglie.

Non così per la difesa dell’uomo, ora ai domiciliari nell’abitazione della madre nel napoletano, secondo cui l’azione non era volta ad ottenere l’esito fatale per la donna.
Nel processo, aggiornato al prossimo 26 novembre per la sentenza, la ex moglie ed i figli si sono costituiti parte civile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.