Quantcast

Regione, chieste condanne per sei bresciani

Nell'inchiesta sulle spese pazze al Pirellone, nelle 56 condanne chieste dal pm di Milano ai danni degli ex consiglieri regionali, rientrano sei bresciani.

Più informazioni su

(red.) Mercoledì 8 marzo, dopo una requisitoria di cinque ore, il pm di Milano Paolo Filippini ha chiesto 56 condanne per gli ex consiglieri regionali accusati di peculato all’interno dell’inchiesta spese pazze al Pirellone.

Tra loro rientrano sei bresciani: chiesti tre anni per Gianmarco Quadrini dell’Udc, due anni e dieci mesi per Enio Moretti della Lega, due anni e due mesi per Monica Rizzi e Alessandro Marelli della Lega. Stessa richiesta per Margherita Peroni di Forza Italia. Infine, un anno e dieci mesi per Vanni Ligasacchi di Forza Italia. Per tutti è stata proposta l’interdizione dai pubblici uffici. Processo aggiornato al 19 aprile.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.