Cane massacrato, richieste di condanna

Padre e figlio, alla malga Bazena, uccisero un cane a bastonate due anni fa. La Procura di Brescia presenta le richieste di condanna: 1 anno e 11 mesi.

(red.) E’ arrivata la richiesta di condanna per Giacomo e Domenico Romelli, rei d’aver ucciso a bastonata, due anni fa, un cane vicino alla loro malga in località Bazena in Valcamonica. La Procura di Brescia ha chiesto un anno e 11 mesi.

Il padre 50enne e il figlio 18enne gli è stata imputata la volontà di uccidere l’animale. Giacomo Romelli, invece, ha dichiarato che il cane ringhiava contro il figlio minore e quindi ha dovuto intervenire. Il 23 dicembre si attende la sentenza, nella quale la Lav si è costituita parte civile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.