Quantcast

Pontevico, richiesta condanne per truffa scuole

La pm Silvia Bonardi ha chiesto le condanne per gli amministratori accusati della vendita simulata di due immobili, avvenuta il 31 dicembre del 2010.

Più informazioni su

(red.) Sono arrivate le richieste di condanna per gli indagati in merito alla vendita delle scuole del Comune di Pontevico, avvenuta il 31 dicembre 2010. Infatti, il sindaco Roberto Bozzoni, insieme a suoi collaboratori e a due imprenditori, erano stati accusati di truffa e falso riguardo la presunta vendita di immobili, per poter ottemperare ai vincoli del Patto di stabilità. La pm Silvia Bonardi ha richiesto un anno e due mesi per il sindaco; un anno per il revisore dei conti Cristina Almici; un anno anche per la responsabile finanziaria Tania Talenti e per il consulente Danilo Zendra. Infine, sei mesi per gli imprenditori Vincenzo Piemonti e Alfredo Piovani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.