Quantcast

A maggio il test del dna sulla piccola Pia

Giovedì 8 gennaio si è tenuta la seconda udienza del processo civile sulla paternità della bimba nata dalla relazione fra Balotelli e la Fico.

(red.) Sarà un consulente tecnico a stabilire se il padre della piccola Pia è Mario Balotelli. Dopo circa un mese dalla prima, giovedì  9 gennaio, si è tenuta la seconda udienza della causa civile per il riconoscimento della paternità della bimba nata dalla relazione fra Balotelli e la Fico. Durante l’udienza il giudice Ondei del Tribunale di Brescia ha nominato la figura che dovrà occuparsi di svolgere gli accertamenti sul dna piccola che la madre Raffaella Fico sostiene di aver avuto dal campione di Concesio.
I risultati del test però saranno pronti solo a maggio, data in cui il consulente tornerà nell’aula del Tribunale per riferire il verdetto del laboratorio. Il centravanti della Nazionale e del Milan e la soubrette  giovedì non erano presenti alla seconda udienza della causa civile per il riconoscimento della paternità. Al giudice, al ctu e ai loro legali è occorsa circa mezz’ora per il disbrigo della formalità e per aggiornare l’udienza alla prossima primavera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.