Travolse pensionato, rinviato a giudizio

Angelo Pelucchi, imprenditore bresciano 73enne, a processo per la morte di Guido Gremmi, 76 anni, ucciso a seguito di una lite per il parcheggio disabili a Cremona.

(red.) Rinvio a giudizio per Angelo Pelucchi, l’imprenditore bresciano di 73 anni a processo per la morte di Guido Gremmi, 76 anni, ucciso a seguito di una lite per il parcheggio dei disabili in via Capra Plasio a Cremona.
Il 73enne di Bassano Bresciano, secondo l’accusa, il 19 novembre del 2011 ha travolto ed ucciso con il proprio suv il pensionato cremonese, con il quale aveva aveva avuto una discussione per un posto auto riservato ai portatori di handicap sul quale Pelucchi aveva parcheggiato la vettura.
Sulle spalle dell’imprenditore bassaiolo pesa l’accusa di omicidio volontario per futili motivi. Finito agli arresti domiciliari, Pelucchi ora ha l’obbligo di dimora aBassano Bresciano. L’udienza preliminare per l’omicidio di via Capra è fissata per il 10 aprile prossimo davanti al Gup Letizia Platé. In quell’occasione l’avvocato Michele Tolomini si costituirà parte civile per i famigliari della vittima.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.