Quantcast

Reddito cittadinanza, “Basta soldi ai furbetti, più risorse più fondi a disabili e autismo”

Lo dichiara, in una nota, Stefano Borghesi, senatore bresciano della Lega e componente della commissione Finanze, sulla sventata truffa scoperta dalla GdF.

(red.) “L’ennesima truffa basata sul reddito di cittadinanza certifica in maniera inequivocabile il fallimento di una misura ideologica che finanzia i furbetti e incentiva le attività criminose, a discapito di chi davvero ne avrebbe bisogno”.
Lo dichiara, in una nota, Stefano Borghesi, senatore bresciano della Lega e componente della commissione Finanze.
“Grazie alla Guardia di Finanza per aver scoperto una truffa dal valore di decine di milioni di euro e sgominato un’organizzazione criminale di romeni, che ha portato alla denuncia di oltre 9mila persone”. “Occorrono seri correttivi al reddito di cittadinanza e una revisione in manovra dei fondi stanziati, che possono essere reindirizzati su misure ben più concrete e utili come il sostegno alle famiglie con figli autistici e in favore dei disabili”, ha chiosato Borghesi.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.