Quantcast

Europa Verde con Mimmo Lucano: “Solidarietà non è un crimine”

(red.) Europa Verde ha sin da subito manifestato a mezzo stampa e tramite un sit- in davanti al Palazzo di Giustizia di Milano il dissenso nei confronti della sentenza contro Mimmo Lucano.  “Una sentenza che, pur nel rispetto dell’autonomia della magistratura, ci lascia perplessi e che ci auguriamo venga ribaltata drasticamente nelle fasi successive di giudizio”, dichiarano i co-portavoce nazionali di Europa Verde, Eleonora Evi ed Angelo Bonelli.

“Per questo motivo – puntualizza Evi – insieme al collega francese Damien Carême, ho lanciato una raccolta firme in favore di Mimmo Lucano e della sua filosofia dell’accoglienza. L’iniziativa, ponendosi in continuità con quanto fatto finora da Europa Verde, è stata prontamente sostenuta e condivisa dal partito, per ribadire che, anche se ci sono stati degli errori amministrativi, che Mimmo Lucano riconosce, la pena appare con ogni evidenza tesa a scoraggiare la diffusione del modello Riace, diventato nel mondo simbolo delle politiche di integrazione, fraternità ed inclusione, proprio mentre i populisti di tutta Europa partecipano ad una gara di odio e disumanità”.

“Con questo appello chiediamo pertanto che venga al più presto adottata una nuova politica europea d’asilo, inclusiva, solidale ed equa. Perché la solidarietà non è un crimine” – concludono Bonelli ed Evi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.