Quantcast

Reddito di cittadinanza, Erba (M5S): “Basta sciacallaggio politico su misura utile”

(red.) Raffaele Erba (M5S): «Nei confronti di chi infrange la legge, non deve esserci alcuna tolleranza. Per questo voglio ringraziare le Forze dell’Ordine. Detto ciò, è inaccettabile lo sciacallaggio politico messo in atto dalla macchina della propaganda del centrodestra, più Renzi, ogniqualvolta è denunciato un tentativo illegale di sfruttamento del reddito di cittadinanza. Invito personalmente, rendendomi disponibile ad accompagnarlo, Matteo Salvini, il quale anche oggi non ha perso occasione per strumentalizzare l’argomento, a incontrare le persone che grazie al reddito di cittadinanza sopravvivono, si rimettono in marcia, riescono a cambiare la propria vita. Voglio vedere se di fronte alla realtà, che è ben distante dalla propaganda, dai salotti televisivi e dalla politica dei “like”, il leader della Lega ha o meno il coraggio di parlare di fannulloni, scansafatiche e ragazzi sul divano. Una recente stima, pubblicata da diverse testate contava circa 120mila irregolarità su di una platea di tre milioni di beneficiari. In percentuale si tratterebbe del 4% circa. Salvini, la destra e Renzi, come loro solito, parlano di niente». Così Raffaele Erba, Consigliere Regionale del Movimento Cinque Stelle Lombardia, risponde al leader della Lega Matteo Salvini, il quale aveva dichiarato: ”Il reddito di cittadinanza così com’è, è un disincentivo al lavoro, un incentivo ai furbetti e agli evasori”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.