Quantcast

Cazzago, la giunta Scuri è a maggioranza rosa

Il sindaco Fabrizio Scuri ha deciso le deleghe per la squadra che lo accompagnerà alla guida del Comune: non ci sono esterni e le donne sono tre su cinque.

(red.) E’ ufficiale. Il nuovo sindaco Fabrizio Scuri ha deciso le deleghe per la squadra che lo accompagnerà alla guida del Comune di Cazzago San Martino (Brescia) nei prossimi mesi: non ci sono assessori esterni e le donne sono tre su cinque.

Il vicesindaco sarà la più preferenziata della lista, Sabrina Guidetti, che si occuperà anche di Servizi sociali, Integrazione, Casa e Lavoro. Mentre Daniela Lussignoli gestirà Lavori pubblici, Urbanistica ed Edilizia privata. Pietro Bonetti, ancora, avrà le deleghe a Scuola, Cultura, Volontariato, Sport e Attività produttive. Varinia Andreoli sarà la titolare di Promozione del territorio e Commercio. Infine a Dario Bonardi sono andati Decoro Urbano, Mobilità e Protezione civile.

Scuri ha tenuto per sé: Personale, Partecipate, Sicurezza, Bilancio, Ambiente e Innovazione. Ma ha precisato che a metà mandato ci sarà una completa revisione delle deleghe e della composizione della giunta, con l’obiettivo di valorizzare in particolare la presenza dei giovani. Contestualmente, infatti, il sindaco ha deciso di distribuire a tutti i consiglieri deleghe da gestire in supporto agli assessori competenti, che verranno ufficializzate nei giorni successivi al primo consiglio comunale (già fissato per sabato 23 alle 10).

Cristian Faita si occuperà di Politiche giovanili, Caterina Consolati di Cultura e Tempo Libero, Leonardo Faifer di Verde Pubblico, Angela Venturi di Sostenibilità ambientale e Silvio Venni di Decoro e Mobilità.

Mentre Gianluca Delbarba – manager con rilevanti incarichi e secondo consigliere più preferenziato della lista – agirà in stretto rapporto con il Sindaco, occupandosi delle relazioni tra Consiglio e Giunta, e sarà il capogruppo di Alleanza Civica in Aula.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.