Europa Verde: sostegno ad Extinction Rebellion, “media diffondano cultura ecologista”

(red.) “L’emergenza climatica, che sta già iniziando a travolgere il nostro Paese con desertificazione, frane e fenomeni meteorologici sempre più estremi, continua a proliferare nel silenzio più assoluto, della politica come dei media. Per questo motivo, manifestiamo la nostra vicinanza e il nostro sostegno agli attivisti di Extinction Rebellion che, proprio in queste ore, stanno occupando pacificamente le hall delle più importanti televisioni, giornali e radio italiane con cartelli che richiamano l’allarme lanciato dal segretario dell’ONU Antonio Guterres: l’umanità è in codice rosso”.

Così, in una nota, i co-portavoce di Europa Verde, Angelo Bonelli ed Eleonora Evi, che proseguono:  “I media possono giocare un ruolo importante nell’arginare questa crisi, entrando nelle case degli italiani e diffondendo lungo tutta la Penisola una cultura ecologista in senso ampio, raccontando le evidenze scientifiche e portando alla luce le responsabilità politiche. La COP26 è l’ultima possibilità che i Governi hanno per trovare soluzioni ed evitare il peggio: con questa ennesima azione dimostrativa, i giovani e le giovani ci stanno gridando forte di tutelare il loro futuro, – concludono Evi e Bonelli, – e noi di Europa Verde non possiamo rimanere indifferenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.