Quantcast

Il bresciano Bruschi alla guida degli Odontotecnici

Nominato nuovo presidente regionale del Sindacato Nazionale Odontotecnici, cede il testimone per Brescia a Giorgio Colombo.

Più informazioni su

(red.) Il bresciano Fausto Bruschi è il nuovo Presidente CNA-SNO della Lombardia (Sindacato Nazionale Odontotecnici), eletto su nomina dal Consiglio regionale di settore. Dopo aver terminato due mandati a livello bresciano, Bruschi ha passato il testimone a Giorgio Colombo, nuovo Presidente CNA-SNO di Brescia.

“Sono onorato di essere stato chiamato a ricoprire questo ruolo”, ha dichiarato Fausto Bruschi (che è anche Vicepresidente CNA Brescia). “Il primo obiettivo è promuovere i nuovi progetti finanziati da Regione Lombardia a favore della nostra categoria, che permettono un importante recupero economico-fiscale. Tramite Ecipa, ente accreditato di Cna Lombardia, intendiamo distribuire e promuovere a livello regionale gli eventi di formazione per lo sviluppo e la qualificazione del capitale umano delle imprese associate, muovendo dall’ottima esperienza sul territorio bresciano”.

“Il mio compito”, ha aggiunto, “sarà quello di aggregare tutti gli omologhi presidenti provinciali per creare una rete regionale e replicare gli eventi in tutte le province lombarde, cosa che finora è mancata, senza dimenticare l’annosa questione della riforma del profilo professionale”.

I primi due progetti su cui il neo presidente regionale intende lavorare, in sinergia col presidente provinciale Giorgio Colombo, riguardano il Corso Rhinoceros per Odontotecnici, software di modellazione in 3D specificamente sviluppato per la professione ed il Per-Corso Tecniting, mirato ad esplorare a tutto tondo il perimetro del laboratorio odontotecnico, fra strategie di business, contenuti dell’offerta e tecniche di marketing.

Un programma che fa tesoro delle esperienze bresciane, ora proseguite da Colombo in collegamento con la presidenza regionale. “Abbiamo operato intensamente sul fronte della digitalizzazione 4.0”, ha spiegato Bruschi. “Come categoria siamo estremamente innovativi, facciamo spesso ricorso alle agevolazioni per rinnovare i nostri macchinari, e questo è uno dei vantaggi di far parte di un’Associazione che ci ha sempre fornito supporto. Siamo anche in stretto rapporto con la Camera di Commercio, che ci ha dato la possibilità di accedere ai bandi e stiamo lavorando sui tavoli istituzionali affinché, sotto il profilo finanziario, essi siano più a portata di un laboratorio odontotecnico di media caratteristica”.

Sono 331 i Laboratori odontotecnici iscritti in CciaaBrescia, di cui 158 associati Cna, mentre a livello lombardo gli associati sono 876.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.