Quantcast

Carretta (Azione): da rivedere i criteri per le fasce di colore

(red.) Anche il Consigliere regionale di Azione Niccolò Carretta ha appoggiato la tesi di alcuni Presidenti di Regione che stanno chiedendo al CTS e al Governo di rivedere i criteri per l’assegnazione dei colori e della fascia di rischio: “Con i più anziani ormai quasi completamente coperti dal vaccino e le riaperture delle attività nelle città è ormai evidente il controsenso dell’RT come l’abbiamo sempre conosciuto”.
Se continuiamo in questo senso avremo presto ancora molti contagi, ma una mortalità minore e una percentuale di ricovero sempre più bassa, questo perché le fasce più a rischio sono state messe relativamente al sicuro e invece, i più giovani e sani hanno ripreso a muoversi e a incontrarsi. Per questo dovremmo discutere di dare maggior valore agli altri 20 indicatori che settimanalmente vengono monitorati dal CTS, perché il peso dell’RT, oggi, è troppo elevato visti i cambiamenti di scenario che sono avvenuti in queste settimane. Bisognerebbe dare maggior peso al monitoraggio nelle strutture di cura, ai ricoveri in TI, alla disponibilità dei servizi ospedalieri e così via e non lasciare che una regione venga bloccata solamente dai contagi. L’economia e la vita degli italiani devono riprendere con razionalità e prudenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.