Lombardia, “ordine del giorno sull’emergenza abitativa”

(red.) Il Consiglio regionale della Lombardia discuterà martedì 30 marzo la Risoluzione per la sessione europea. Il consigliere del Movimento 5 Stelle Lombardia, nonché segretario della Commissione Territorio e Infrastrutture, Nicola Di Marco, presenterà un ordine del giorno per far fronte al drammatico problema dell’emergenza abitativa.

“L’Europa, attraverso il quadro finanziario dell’Unione e grazie allo strumento per la ripresa Next Generation EU da 750 miliardi di euro, fornirà finanziamenti senza precedenti a sostegno della ripresa dalla pandemia e alla fragilità. Il tema dell’emergenza abitativa in Lombardia è oggi più attuale che mai, amplificato dall’emergenza sanitaria in corso nonché in particolar modo riguardo al tema sfratti”, dichiara Di Marco.

“È notizia recente il fatto che a Milano e provincia per 560 alloggi siano pervenute oltre 15 mila richieste. Migliaia di famiglie sono in attesa di una casa e proprio a tal proposito abbiamo richiesto, come Movimento 5 Stelle Lombardia, un’audizione in commissione ai sindacati inquilini, per fare il punto sulla drammaticità dell’emergenza.

Il tema del diritto alla casa in Lombardia non è mai stato affrontato da Regione, nonostante le possibilità date dai fondi dalla Legge 9 per la ripresa economica dove invece abbiamo visto dissipare 3,5 MLD di euro per tettoie, fontane e rotonde. Tutte opere di poco conto e assolutamente inutili rispetto a quanto bisognerebbe fare in questo settore.

Con questo ordine del giorno chiediamo alla Giunta un impegno in questo senso, per portare il tema delle politiche abitative a tutti i livelli istituzionali attraverso un’attività di pianificazione che preveda dialogo, collaborazione e coordinamento. Regione oltre che ad iniziare ad impegnarsi in prima persona solleciti anche a Governo Nazionale e Unione Europea maggiori investimenti destinati a migliaia di famiglie in attesa di un alloggio”, conclude Di Marco.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.