Quantcast

Fusione tra A2A e AeB, Consiglio di Stato fissa udienza a luglio

Più informazioni su

(red.) Con un’ordinanza di oggi, 22 marzo, il Consiglio di Stato ha respinto l’istanza cautelare proposta da A2A e AeB rispetto all’annullamento dell’operazione di concentrazione tra le due aziende e fissato l’udienza di merito l’1 luglio 2021.

Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “Evidentemente hanno ritenuto che ci siano degli elementi rilevanti, gli stessi che abbiamo segnalato, per i quali questa operazione è da ritenersi illegittima e, pertanto, si intende fare piena chiarezza.
Il Consiglio di Stato ha ritenuto di privilegiare la trasparenza e la tutela dell’interesse pubblico, ritenendo giustificata la sospensione dell’operazione, con tutto ciò che consegue per due grosse aziende di cui una quotata in borsa e i relativi interessi economici. Va infatti garantito prima di tutto il rispetto della legge da parte degli enti pubblici nelle operazioni di cessione delle aziende pubbliche”.

“In realtà l’ordinanza del Consiglio di Stato era relativa solo ad una delle tre sentenze del TAR, quella nei confronti del consigliere Tiziano Mariani, ma sono assolutamente certo che le motivazioni addotte nei confronti degli operatori economici siano ancora più rilevanti e meritevoli di essere prese in considerazione a tutela del marcato e della concorrenza.
Sulla vicenda, resta pendente una mia richiesta di parere all’antitrust. Mi auguro che l’authority voglia finalmente intervenire in giudizio a tutela di un interesse pubblico. È infatti dell’AGCM o di altre autorità la competenza su questi temi non certo del consigliere regionale Fumagalli che al limite può avere un ruolo di stimolo e opposizione, ma che da un punto di vista processuale è di facile contestazione”, conclude Fumagalli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.