Fratelli d’Italia Brescia contro la Ong Mare Jonio: “Schiavisti del terzo millennio”

(red.) Fratelli d’Italia Brescia esprime tutto il suo dissenso in merito al caso di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina da parte della ONG “Mare Jonio”.
Già in passato – spiega una nota – il nostro partito ha denunciato le attività illecite compiuta da queste organizzazioni umanitarie.

Paolo Inselvini: “Fratelli d’Italia da anni denuncia l’operato delle ONG definendole come “gli schiavisti del terzo millennio” . Organizzazioni che non sono mosse da un vero ideale di solidarietà, ma che mirano esclusivamente ai propri interessi, lucrando sulla pelle degli immigrati clandestini. Infatti ciò che sta accadendo in queste ore con il caso Mare Jonio che vede indagato anche il simbolo della sinistra Luca Casarini ed altre organizzazioni pseudo umanitarie, confermerebbe l’accordo costante che queste hanno con gli scafisti per il traffico di immigrati illegali, dietro lauti compensi. Immigrati ai quali noi vorremmo salvare la vita, perché troppo spesso per colpa di questi traffici nel Mar Mediterraneo: sono affondate navi, sono morte persone e sono state consegnate vite alla criminalità organizzata. Non va dimenticato che importanti rappresentanti dell’amministrazione cittadina, negli anni scorsi, si sono schierate apertamente a favore dell’operato del ONG “Mare Jonio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.