Lombardia, respinta mozione di sfiducia contro governatore Fontana

Il presidente: "Sui dati errati del contagio andremo avanti fino in fondo, anche nelle opportune sedi giudiziarie".

(red.) Ieri, martedì 2 febbraio, a palazzo Lombardia è stata bocciata la mozione di sfiducia (47 voti contrari e 30 a favore) che Pd e Movimento 5 Stelle avevano presentato contro il governatore Attilio Fontana soprattutto per il modo in cui starebbe gestendo la pandemia da Covid-19 sul territorio regionale. Non solo dal punto di vista dei dati del contagio, ma anche sul fronte della campagna di vaccinazione ritenuta in ritardo. Ma come era prevedibile, il testo di bocciatura della giunta Fontana è stato respinto dalla maggioranza. La mozione è stata presentata dal consigliere del M5S Ferdinando Alberti sottolineando, dal suo punto di vista, una serie di mancanze del presidente Fontana.

Ma è arrivato il no alla mozione, con il voto anche di Patrizia Baffi di Italia Viva. “Voglio ribadire con forza che andremo fino in fondo, anche nelle opportune sedi giudiziarie, per difendere le ragioni dei cittadini lombardi, dei commercianti, dei ristoratori, dei baristi, degli imprenditori, delle lavoratrici e dei lavoratori, di tutti coloro che sono stati ingiustamente penalizzati da queste scelte e per i quali continueremo a chiedere adeguati ristori e indennizzi” ha risposto il governatore in merito alla questione dei dati errati che sarebbero stati inviati dal Pirellone.

“Ma sempre tenendo alta la guardia e continuando a fronteggiare la pandemia con attenzione e responsabilità, un percorso faticoso che sta dando i suoi frutti per merito degli sforzi e del senso civico dei lombardi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.