Quantcast

Dpcm e spostamento tra Comuni, il Parlamento deciderà sulle deroghe

Ma, nel caso, saranno ammessi solo quelli tra piccoli Comuni confinanti e nel raggio di pochi chilometri.

(red.) Nel momento in cui l’altro giorno, giovedì 10 dicembre, si era avuta notizia, in realtà trapelata, che il Governo fosse disponibile ad aprire a qualche modifica al nuovo dpcm natalizio per consentire gli spostamenti anche fuori dal proprio Comune a Natale, Santo Stefano e Capodanno per andare a fare visita ai propri parenti, era giunta una sorta di esultanza. Ma ieri, venerdì 11, da Bruxelles è stato lo stesso premier Giuseppe Conte a smorzare gli animi. Infatti, se ci saranno modifiche per consentire di spostarsi tra Comuni, questi saranno ammessi solo tra paesi fino a 5 mila abitanti e confinanti, senza nessuna possibilità di muoversi nemmeno tra province e all’interno della regione.

E in ogni caso, se si vorranno adottare delle modifiche, dovrà essere lo stesso Parlamento a farlo assumendosi la responsabilità. Questo è quanto ha detto ieri il presidente del Consiglio da Bruxelles. Di conseguenza la questione dovrebbe essere affrontata già all’inizio della prossima settimana, da lunedì 14 dicembre, in vista di mercoledì 16 quando è in programma al Senato la discussione su una mozione delle opposizioni proprio sul decreto.

Il Governo, quindi, lancia la “palla” al Parlamento sovrano che potrà modificare in parte il decreto natalizio, seppure limitandosi a spostamenti tra piccoli Comuni e nel raggio di pochi chilometri. Tutti gli altri, invece, dovranno rispettare i divieti imposti di spostamento il 25 e 26 dicembre e l’1 gennaio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.