Quantcast

Divieto spostamenti tra Comuni a Natale e Capodanno, Governo conferma

La prossima settimana l'ultima riunione decisiva della Conferenza Stato-Regioni per ottenere qualche permesso.

(red.) Le sollecitazioni delle regioni e le richieste pressanti, provenienti anche dal territorio bresciano in Parlamento, compresa la lettera di ventisei sindaci bresciani della Lega, non hanno al momento sortito gli effetti sul fronte degli spostamenti tra Comuni il 25, 26 dicembre e l’1 gennaio. La conferma che il Governo intende percorrere la strada del rigore arriva dalle ultime Faq pubblicate ieri, mercoledì 9 dicembre, da Palazzo Chigi.

In queste si ribadisce che si potrà far visita ai parenti fino al 20 dicembre e poi dal 7 gennaio nelle zone gialle, mentre gli spostamenti fuori dai Comuni – salvo motivi di necessità – non saranno ammessi a Natale, Santo Stefano e Capodanno. Una misura che ha portato i governatori alle critiche, considerando che se all’interno delle grandi città ci si potrà muovere per chilometri, al contrario non così nei piccoli Comuni.

Su questo fronte la prossima settimana, da lunedì 14 dicembre, l’ultima possibile prima che scattino le misure del nuovo dpcm natalizio, si svolgerà un’altra riunione della Conferenza Stato-Regioni per strappare almeno la possibilità di andare a fare visita a genitori anziani e soli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.