Coronavirus e malati, “Lombardia doti i reparti covid di tablet”

(red.) “Tra code per i tamponi, ipotesi di lockdown, numeri in crescita e polemiche pretestuose rischia purtroppo di rimanere sullo sfondo la grande solitudine dei malati Covid ospedalizzati che devono fare i conti con la malattia lontano dagli affetti e nell’impossibilità di ricevere visite. Proprio per questo ho depositato da tempo una mozione, che mi auguro sia discussa al più presto, che chiede alla Lombardia di garantire la possibilità di effettuare chiamate telefoniche o videochiamate dai reparti ospedalieri.
Propongo che la Lombardia doti i reparti degli ospedali pubblici di tablet che possano essere utilizzati per favorire la comunicazione con l’esterno, sarebbe un gesto di grande sensibilità”, così Luigi Piccirillo, consigliere regionale del M5S Lombardia.

“Sappiamo ovviamente che i tablet non sostituiscono il contatto umano, ma non possiamo permetterci che ai pazienti Covid sia destinato il solo isolamento forzato. E nemmeno che la gestione dei contatti con l’esterno sia demandata alle singole strutture o alla grande sensibilità che stanno dimostrando infermieri e Oss. La possibilità di mantenere contatti con l’esterno va sostenuta dalla Regione: isolamento e senso di abbandono sono un ostacolo alle cure dei pazienti Covid”, conclude Piccirillo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.