Quantcast

Fratelli d’Italia, nuovo esecutivo per Brescia

Il coordinatore Gianpietro Maffoni: "Un giusto mix tra esperienza e gioventù. Premiate qualità e percorsi amministrativi".

(red.) La Federazione di Fratelli d’Italia Brescia presenta il nuovo esecutivo provinciale del partito. Viste le restrizioni previste per limitare la diffusione del Covid-19 e considerata la necessità di ripartire con una struttura nuova ed efficiente, si è deciso di presentare il nuovo esecutivo in concomitanza con la ripartenza relativa alla Fase Due. I ruoli, in ordine alfabetico, del nuovo esecutivo sono i seguenti:

–          Coordinatore provinciale, Sen. Maffoni Gianpietro;

–          Responsabile della Città di Brescia, Inselvini Paolo;

–          Responsabile Organizzazione, Invernici Diego;

–          Responsabile della Comunicazione, Mingardi Alessandro;

–          Responsabile Enti Locali, Sala Alessandro;

–          Responsabile Elettorale, Sbaraini Gianmarco;

–          Responsabile Tesseramento/Tesoriere, Stellini Massimo;

–          Responsabile dei Circoli, Zanetti Simone;

–          Responsabile Dipartimenti, Zarneri Diego.

Nell’esecutivo rientrano anche i membri dell’Assemblea Nazionale: Stefano Quarena, Matteo Romano, Giangiacomo Calovini. Il partito nelle prossime settimane comunicherà anche i membri del coordinamento provinciale, i membri dei dipartimenti e i membri delle macro-aree.
“In occasione della ripartenza legata alla Fase Due – dichiara il Coordinatore Gianpietro Maffoni – ho voluto dare un segnale forte di ripresa politica anche a livello provinciale. Fratelli d’Italia è un partito in crescita che sfiora il 15% del consenso nazionale. Brescia per estensione è la prima provincia della Lombardia e merita una struttura all’altezza del partito creato dalla nostra leader Giorgia Meloni.
L’esecutivo – prosegue Maffoni – è costituito da un giusto mix di esperienza e gioventù. Ho voluto premiare sia il percorso amministrativo, sia le capacità, e competenze dei membri inseriti. La media età del nuovo esecutivo si è abbassata, questo perché dobbiamo essere lungimiranti ed iniziare ad inserire nell’organigramma del partito i giovani che costituiranno la classe dirigente del futuro. Sono sicuro che con questo nuovo assetto riusciremo a strutturarci in tutta la provincia di Brescia ed affrontare con entusiasmo le prossime sfide.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.