Quantcast

5 Stelle su Dalla Torre: “Le scuse non bastano, dimettiti”

il consigliere regionale Di Marco: "Insultare cittadini che manifestano pacificamente il proprio pensiero non è goliardia o colore".

(red.) “La toppa è peggio del buco, le scuse del direttore generale di Aler Brescia Cremona e Mantova non bastano, faccia un passo indietro. Chi getta discredito sugli enti pubblici che è chiamato a guidare va sanzionato.
Non è sufficiente il richiamo del Presidente di Aler Albano Bianco Bertoldo, i vertici delle aziende pubbliche non sono sedi distaccate dei partiti di maggioranza. Occorrono persone scelte per merito e competenze e non per fedeltà alla bandiera. Insultare cittadini che manifestano pacificamente il proprio pensiero non è goliardia o colore”.

“Gli insulti danneggiano l’immagine di Aler e di chi lavora per l’azienda. Mi auguro che le forze politiche che guidano la Lombardia prendano le distanze”, così Nicola Di Marco, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Lombardia sugli insulti di Corrado Della Torre al movimento Sardine, direttore generale di Aler Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.