Quantcast

Consiglio provinciale, vince il centro destra

Ieri si sono svolte le elezioni da parte di sindaci e consiglieri comunali. Il presidente Alghisi (PD) perde la maggioranza. Ora un tavolo di incontro.

(red.) Ieri, domenica 17 marzo, è stato il giorno delle elezioni per il rinnovo del Consiglio provinciale di Brescia per le quali sono stati chiamati alle urne i diversi sindaci e consiglieri comunali bresciani. Il risultato, che sarà certificato oggi, lunedì 18, vede il centro destra acquisire un consigliere e il centro sinistra perderne un altro. Tanto che la nuova composizione vede otto consiglieri per “Centrodestra in Provincia”, sette per “Comunità e Territorio” e uno per “Provincia Bene Comune”. Di conseguenza il presidente della Provincia in quota Partito Democratico Samuele Alghisi perde la maggioranza, ma il suo voto sarà decisivo in vari provvedimenti. E spera che anche Marco Apostoli, il candidato eletto per “Provincia Bene Comune” e sostenuto dalla sinistra radicale possa aggiungersi proprio allo schieramento di sinistra.

In ogni caso il presidente Alghisi ha già annunciato un incontro per sedersi con tutti intorno a un tavolo e definire un programma, in attesa anche di capire se le deleghe saranno distribuite ad alcuni dei nuovi consiglieri del centro destra. La nuova composizione di sedici consiglieri provinciali vede Massimo Tacconi, Renato Pasinetti, Matteo Micheli, Cristina Almici, Giacomo Massa, Mariateresa Vivaldini, Nicoletta Benedetti e Gian Luigi Raineri per “Centro destra in provincia”. Poi Guido Galperti, Diletta Scaglia, Antonio Bazzani, Filippo Ferrari, Andrea Ratti, Gianmaria Giraudini e Giampiero Bressanelli per “Comunità e Territorio” e Marco Apostoli per “Provincia Bene Comune”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.