Quantcast

Loggia 2018, il comitato elettorale di Paola Vilardi

Venerdì la candidata del centro destra ha inaugurato la sede in piazza Mercato e lanciato alcune priorità: partendo dalla famiglia e poi anche l'ambiente.

(red.) Nel tardo pomeriggio di venerdì 4 maggio in piazza del Mercato a Brescia la candidata del centro destra alle elezioni comunali Paola Vilardi ha inaugurato il comitato elettorale. Durante la mattina aveva incontrato la neo parlamentare bresciana della Lega Simona Bordonali, poi Matteo Salvini e ha dato il via alla raccolta delle firme per presentare le liste che riguardano Forza Italia, Lega, Popolo della Famiglia, X Brescia Civica, Fratelli d’Italia e Udc. “Il sindaco del Pd – ha detto la Vilardi parlando di Emilio Del Bono – ha fatto il suo compitino, ma Brescia merita di più. La politica deve immaginare il futuro, non basta basarsi su quanto fatto da chi ti ha preceduto”.

Poi spazio al programma, con la famiglia in primo piano tra reddito di maternità, più asili nido gratis e assistenza agli anziani. Ma anche “prima i bresciani, è una priorità, troppa discriminazione tra i requisiti richiesti agli italiani per accedere alle case popolari mentre gli stranieri hanno campo libero. Chiederemo alle ambasciate di dirci quali proprietà hanno gli stranieri nei loro Paesi di origine. Brescia sta diventando una centrale del terrore e in molte indagini sul terrorismo islamico è coinvolta”. E’ critica anche sulle bonifiche per la “perdita di tempo sul commissario e mentre la Caffaro resta lì. Noi puntiamo sul bosco di città e realizzeremo un grande parco fotovoltaico riducendo il fabbisogno energetico e i  rifiuti bruciati nel termoutilizzatore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.