Quantcast

Primo consiglio provinciale, ecco tutte le deleghe

Il presidente Mottinelli tiene per sé l'ambiente. Vice è Andrea Ratti. A Fabio Capra il nuovo incarico sul turismo. Le linee guida che muoveranno l'ente.

(red.) Lunedì 30 gennaio al palazzo Broletto di Brescia il presidente dell’Area Vasta (ex Provincia) Pier Luigi Mottinelli ha guidato la prima seduta del consiglio provinciale dopo le elezioni di metà mandato che hanno coinvolto consiglieri e amministratori bresciani. I membri, infatti, non sono più votati dai cittadini. La riunione è stata l’occasione per il presidente di dare le linee guida sugli anni successivi, ma anche di presentare la nuova “giunta”.

Dal punto di vista politico, all’interno del consiglio domina il Partito Democratico e per questo motivo ci sono stati alcuni accesi scambi sulle modalità con cui sono state assegnate le deleghe. In ogni caso Mottinelli ha sottolineato la “maggiore responsabilità che la Provincia deve prendersi su vari temi, dall’ambiente, al ciclo idrico e ai trasporti”. Per quanto riguarda gli incarichi, il presidente mantiene la delega all’Ambiente. Ad Antonio Bazzani restano la Protezione civile, Costruzione e gestione delle strade.

A Diego Peli sono affidate il Trasporto, rapporti con l’agenzia del trasporto pubblico locale, Autostrada della Valtrompia, polizia provinciale, Immigrazione e Sprar, giunta dei sindaci, rapporti con Brescia città e controlli sul lavoro. Gianpiero Bressanelli (unico non del Pd) si occuperà di risorse idriche, rapporto con le comunità montane, legge Valtellina, fondi dei comuni di confine e rapporti con l’Associazione Comuni Bresciani.

Filippo Ferrari ha le deleghe su Attività produttive, Giovani, Impianti sportivi, Edilizia scolastica e Ptra. Andrea Ratti, vicepresidente, si occuperà di rapporti con l’assemblea dei sindaci, enti locali e servizio idrico integrato. Gianbattista Groli tiene Territorio, Parchi e piano d’area di Montichiari. Diletta Scaglia per pari opportunità, bilanci e patrimoni, mentre Fabio Capra seguirà istruzione, lavoro, occupazione, formazione professionale e la novità turismo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.