Quantcast

Lumezzane, ora l’ago della bilancia è Vivenzi

L'ex sindaco è uscito sconfitto dalle elezioni ma ora per il ballottaggio Zani e Facchinetti si contendono i suoi tre mila voti.

(red.) Lumezzane è uno dei quattro comuni bresciani in cui per eleggere il sindaco si dovrà andare al ballottaggio. In contrapposizione ci sono Matteo Zani e Lucio Facchinetti. Ma il vero ago della bilancia saranno gli elettori di Silverio Vivenzi, sconfitto al primo turno ma decisivo per decidere a chi andrà la fascia tricolore.
La lista civica di Vivenzi ha ottenuto oltre tre mila preferenze, che i due candidati ora mirano a far riconvergere sul proprio nome. Vivenzi però non si è ancora espresso, anche se ha già dichiarato che lo farà presto. “Il ballottaggio – dice Vivenzi – non è per noi una questione di schieramenti e partiti politici, ma di persone e programmi”.
Oltre ai programmi è naturale supporre che a pesare molto nell’indicazione di voto saranno gli assessorati e una eventuale carica di vice-sindaco che potrebbero far optare Vivenzi per uno o l’altro candidato. Una questione che getta scompiglio fra le stesse liste ancora in corsa, già al lavoro da tempo per stilare una squadra di assessori capace di mettere d’accordo tutti.
Un altro candidato che potrebbe pesare sulla scelta del nuovo sindaco è Enrico Salvinelli che con la lista di estrema destra Forza Nuova è riuscito a quintuplicare il numero di preferenze rispetto alla tornata elettorale precedente attestandosi su un significativo 5%. Ma Salvinelli si dice estraneo in modo equidistante da entrambi i candidati.
La palla torna dunque a Vivenzi, fuoriuscito leghista che per questo potrebbe avere delle resistenze verso Facchinetti, da cui aveva divorziato di recente. Ma la politica, si sa, è imprevedibile, soprattutto quando di mezzo ci sono cariche e poltrone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.