Saglia candidato al cda di Terna

Il bresciano di Nuovo centrodestra, ex sottosegretario allo Sviluppo economico, è tra i nomi in lizza. Assemblea il 27 maggio.

(red.) Il bresciano Stefano Saglia è candidato al consiglio di amministrazione di Terna su proposta di Cdp, azionista di riferimento(detiene il 29,851%) della società che gestisce la rete elettrica nazionale.
L’assemblea è convocata per il 27 maggio. Saglia, 43 anni, prima deputato di An poi del Pdl, oggi con il Nuovo centrodestra di Angelino Alfano, è stato sottosegretario allo Sviluppo economico nell’ultimo governo Berlusconi, con delega all’energia. L’onorevole bresciano  si è occupato del riassetto delle concessioni idroelettriche, di incentivi per fonti energetiche rinnovabili ed è attualmente consulente strategico per importanti gruppi (siderurgici, impiantistici) nella definizione e implementazione di programmi industriali ed energetico-ambientali e opera anche come consulente nel settore finanziario, in particolare per l’ampliamento della rete network.
La proposta di delibera nella prossima riunione prevede la conferma dei noveamministratori (tredelle minoranze), la durata in carica dei membri del board in tre esercizi e  il compenso del presidente del Cda, fissato in 50mila euro lordi, dei consiglieri in 35mila lordi oltre al rimborso delle spese. Per il collegio dei sindaci 55 mila per il presidente, 45mila per i sindaci effettivi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.