Quantcast

Pd, programma comune verso le amministrative

Pronta una piattaforma, che servirà come base per gli aspiranti sindaci di liste politiche e civiche. A breve, definite le candidature nei 147 comuni chiamati al voto.

(red.) Il Pd bresciano affila le armi per le amministrative.
Sono 147 i comuni del bresciano in cui si voterà per scegliere il candidato sindaco. Il Pdha elaborato una sorta di linee guida, in dieci punti,come base programmatica da cui poi i singoli candidati partiranno, con riferimento alle specificità del territorio. «Ci piacerebbe», ha spiegato il segretario provinciale Michele Orlando, «che queste linee guida diventino punti comuni per i candidati. L’idea era di fornire una base comune su cui lavorare per la campagna elettorale, e, laddove avremo repsonsabilità di governo, partire da qui per lavorare. E’ opportuno che ci sia un minimo comun denominatore, per le liste politiche e per le civiche, anche per avere una base su cui costruire le alleanze».
Le linee di indirizzo parlano di legalità e trasparenza, valorizzazione delle donne, lotta agli sprechi per un uso efficiente delle risorse, sinergie sovracomunali per garantire i servizi ed abbattere i costi, maggiore equità fiscale, centralità di persona e famiglia, attenzione alle scuole, lavoro, tutela dell’ambiente. «Mettiamo nero su bianco», ha aggiunto Antonio Vivenzi, sindaco di Paderno Franciacorta e responsabile organizzazione del Pd bresciano, «gli impegni delle nostre amministrazioni locali, sia che siano civiche, sia che siano liste politiche. In mezzo alla confusione, creiamo un porto sicuro». Già una sessantina le candidature definite tra comuni e liste civiche. Nella prossima settimana, il panorama dovrebbe essere completo. Come spiega Orlando, «non è la classica guerra di potere. Viste le difficoltà in cui versano i comuni, c’è proprio la difficoltà a trovare gente che sia disponibile a mettere a disposizione cinque anni della propria vita».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.