Quantcast

Elezioni Pd, Bisinella chiede soluzione

L'elezione per la segreteria provinciale del partito è in una situazione di stallo. Bisinella chiede un incontro ai delegati per cercare un compromesso che sblocchi il voto.

(red.) Il Pd bresciano è a un bivio. Anzi, a un trivio, per l’esattezza.
La corsa per la segreteria provinciale del partito, infatti, è ancora aperta a tutti e tre i contendenti: Bisinella, Orlando e Vivenzi. Il regolamento statutario prevederebbe il ballottaggio fra i due vincitori del primo turno, ovvero Orlando e Bisinella, ma la situazione degli ultimi giorni ha complicato tutto. Ora spetta all’onorevole  Davide Zoggia redimere la questione sulla votazione. In attesa del verdetto non si fermano i tentativi di trovare un accordo fra i tre contendenti.
Se Michele Orlando rinunciasse alla propria candidatura, potrebbe subentrargli Antonio Vivenzi, escluso alle consultazioni scorse? Il quesito preoccupa non poco il segretario uscente, preoccupato che la situazione si sblocchi con l’appoggio di Orlando a Vivenzi. A questo proposito Pietro Bisinella ha rilasciato nelle ultime ore delle dichiarazioni, dietro cui si può leggere la preoccupazione. «Al momento nessuno tranne me ha fatto proposte politiche, mentre in questi giorni che precedono l’assemblea dei delegati sarebbe il caso di individuare una soluzione insieme. Io sono a totale disposizione, spero che anche gli altri raccolgano il mio invito».
Insomma, è sempre più probabile che alla votazione di sabato al Museo Mille Miglia, ci siano delle sorprese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.