Quantcast

Nucleare, deputati in visita alla base di Ghedi

La visita in programma lunedì. Partecipano anche i deputati bresciani Lacquaniti e Sberna. "Sapere se e quanti ordigni nucleari si trovano all’interno della Base".

(red.) La mattina di lunedì 14 ottobre, una delegazione di parlamentari di Sinistra Ecologia Libertà sarà in visita all’aereoporto militare “Luigi Olivari” di Ghedi, in provincia di Brescia.
Fanno parte di questa delegazione oltre al deputato bresciano Luigi Lacquaniti, Gennaro Migliore capogruppo di Sel, Donatella Duranti componente della Commissione Difesa della Camera e il deputato Franco Bordo, membro dell’intergruppo dei “Parlamentari per la pace”. Insieme a loro c’è anche il noto pacifista bresciano don Fabio Corazzina di Pax Christi. In attesa di conferma, invece, la partecipazione di Mario Sberna di Scelta Civica, anch’egli membro dell’intergruppo dei “Parlamentari per la pace”.
Questa iniziativa fa seguito all’analoga visita dei Deputati di Sel, lo scorso 10 giugno, all’aereoporto militare di Aviano, e ha come obiettivo, in particolare, sapere se e quanti ordigni nucleari si trovino all’interno della Base, come essi vengano custoditi, quali eventuali piani di evacuazione siano programmati, se esista un monitoraggio delle eventuali radiazioni nucleari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.