Quantcast

«550mila euro per il verde o per la solidarietà?»

Cgil, Cisl e Uil domandano all'amministrazione comunale di Brescia se non sia meglio ripensare ad una destinazione dei fondi inseriti nel bilancio 2013.

(red.) Meglio utilizzare 550 mila euro, fondi disponibili nel bilancio 2013 del Comune di Brescia, alla manutenzione del verde pubblico o piuttosto per la coesione sociale in città?
E’ l’interrogativo-provocazione lanciato dai sindacati Cgil, Cisl e Uil bresciani dopo avere appreso «dalla stampa locale di una nuova disponibilità di bilancio per l’amministrazione pari a 550 mila euro già a partire dal bilancio 2013 e della sua destinazione alla manutenzione del verde». «Un intervento, sono parole del sindaco, che “condiziona la qualità della vita”».
«Senza la pretesa di indicare le priorità» auspicano le sigle sindacali in un nota congiunta «che si possa aprire una riflessione in merito alla destinazione di tali risorse, avendo presente che anche a Brescia assistiamo a fenomeni di impoverimento sempre più diffusi e che la recente decisione di aumentare l’addizionale Irpef (abbassandone la soglia di esenzione) è destinata ad accrescere le difficoltà di non poche famiglie».
«Senza sottovalutare la rilevanza del verde urbano» sottolineano Cgil, Cisl e Uil «riteniamo infatti che la qualità della vita di una città riguardi anche il livello di solidarietà e coesione sociale che essa è in grado di costruire passo dopo passo».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.