Quantcast

«Grazia a Priebke? Idea non condivisibile»

La Camera del Lavoro di Brescia stigmatizza la proposta della partigiana Agape Nulli a favore dell'ex ufficiale nazista condannato per la strage delle Fosse Ardeatine.

(red.) «Non crediamo che chiedere la grazia per Erich Priebke in occasione del suo centesimo compleanno sia una idea da condividere».
Lo afferma, in una nota, la Camera del Lavoro di Brescia, dopo le affermazione della partigiana bresciana Agape Nulli che si è detta decisa a reiterare la richiesta a favore dell’ex ufficiale nazista (che ha compiuto 100 anni) al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
«Non è bastato un timido segno di cordoglio ai parenti delle 335 vittime per riabilitare la figura del capitano delle SS che, riguardo all’eccidio delle Fosse Ardeatine, dice di aver obbedito agli ordini di Herbert Kappler (solo obbedito agli ordini come hanno sostenuto i criminali nazisti al processo di  Norimberga) e che a Brescia ha ordinato in prima persona rastrellamenti, torture e deportazioni» si legge nella nota della Cgil che boccia la proposta avanzata.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.