Quantcast

Doppi incarichi, ‘maldipancia’ nella Lega

Accesa discussione all'interno del partito sul duplice ruolo istituzionale di Rolfi e Bordonali al Comune Brescia e al Pirelllone. Sabbadini 'invitato' a lasciare.

(red.) I doppi incarichi non fanno dormire la Lega Nord di Brescia. Sul tavolo, la decisione di Fabio Rolfi, segretario del Carroccio provinciale e consigliere regionale, e di Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza al Pirellone, di mantenere anche l’incarico in consiglio comunale  Brescia, forti del numero di preferenze raccolte alle ultime amministrative.
Una scelta che non piace a tutti i leghisti, intolleranti ai doppi incarichi istituzionali.
Dito puntato anche contro il segretario cittadino,Paolo Sabbadini, accusato di cattiva gestione della campagna elettorale in città. Nicola Gallizioli, Giacomo Lini, Giorgio Taglietti e Massimo Tacconi hanno fatto fronte comune chiedendo a Sabbadini di rimettere il mandato nelle mani del partito e a Rolfi e Bordonali di continare il ruolo assunto in Regione, abbandonando quello in Loggia.
Più probabile che il “suggerimento” sia accolto dall’ex presidente del Cosniglio Comunale, che potrebbe rinunciare alla carica in Comune dopo l’estate, mentre contrario a questa ipotesi, forte degli oltre mille voti ottenuti alle urne, è invece Rolfi.

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.