Proteste a Brescia, malore per Berlusconi

Secondo alcuni retroscena, il leader del Pdl avrebbe accorciato il discorso, irritato dalla manifestazione. E Alfano avrebbe strigliato Questore e Prefetto.

(red.) Non si placano polemiche e discussioni su quanto accaduto a Brescia sabato 11 maggio, con l’intervento del leader del Pdl Silvio Berlusconi e la contro-manifestazione.
Secondo quanto riportato da La Repubblica,  Berlusconi avrebbe accorciato il discorso che aveva preparato per la piazza bresciana e avrebbe avvisato anche un leggeremo malore, forse causato da disidratazione, che lo avrebbe anche costretto a  ritardare il suo intervento alla cena di finanziamento, presentandosi alla Fiera di Brescia solo attorno alle 23. Il vicepremier Angelino Alfano, poi, avrebbe strigliato questore e prefetto di Brescia per la cattiva gestione dell’ordine pubblico.
Arrivano anche le prime reazioni del Pd cittadino. “Grazie all’intervento del Silvio , abbiamo la matematica certezza di aver superato Paroli al primo turn ! Avanti così!” scrive Valter Muchetti sul profilo Facebook. Il deputato Pd Alfredo Bazoli dice invece che “Ieri ero in piazza Duomo a Brescia, e ho trovato più sgradevoli le proteste contro il caimano dei contenuti del suo comizio”.
Vito Crimi, capogruppo al Senato del M5S, durante la sua intervista alla trasmissione In Mezz’ora, ha spiegato che da parte del MoVimento 5 Stelle non c’è stata nessuna aggressione.
Per il Pdl, Giorgio Maione, assessore in carica ai servizi sociali commenta: “Ieri al comizio di Berlusconi la sinistra ha mostrato il suo vero volto. Scontri e Violenza Pensate come sarebbe Brescia in mano a questi signori”. Secondo Fabio Rolfi, candidato alle amministrative bresciane per la Lega Nord,  il PD in piazza Duomo a Brescia ci ha fatto vedere come sarebbe la città se governassero loro”. Simile il giudizio di Mario Labolani (Fratelli d’Italia): “Questa è la Brescia di Del Bono, dei suoi amici magazzinari e dei cinque stelle: violenta, razzista contro i bresciani, intollerante”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.