Quantcast

Crimi (M5S): “Rodotà al Quirinale”

Il capogruppo dei senatori grillini ha lanciato il motto: ""Keep calm and vote Rodotà". Alle 10 iniziato il voto per scegliere il successore di Napolitano. Il favorito è Marini.

(red.) “Abbiamo tra le mani un’occasione unica. Avanti tutta e forza #Rodotàpresidente”. A scriverlo, su Facebook e Twitter, è il bresciano Vito Crimi, capogruppo dei senatori del Movimento 5 Stelle in occasione del’apertura del voto per la scelta del nuovo Capo di Stato che sostituisce Giorgio Napolitano.
E ancora scrive il senatore bresciano: “Keep calm and vote Rodotà”, mutuando il “Keep calm and carry on” (lettere bianche in campo rosso, sovrastate dall’emblema della corona reale) che nel ’39 fu ideato per stimolare l’orgoglio e il coraggio britannico in periodo bellico. Non se ne fece più nulla, però. Sino al 2000, quando il brand è diventato preda dei creativi per campeggiare su oggetti di merchandising e magliette, con i riadattamenti relativi alle varie campagne. Il Crimi style prevede lo sfondo azzurro Presidenza della Repubblica e lo Stellone repubblicano al posto della corona britannica.
“E’ una battaglia dura e spero si possa fare bene. L’augurio e’ che il mio partito possa ritrovare una forte unità oggi”. Poche parole, come suo costume. Franco Marini accenna così, intercettato dalle telecamere di Tgcom24 fuori dalla sua abitazione, alla corsa al Quirinale.
E’ il suo il nome ufficialmente in campo, non senza forti contrasti nel Pd, appunto il suo partito. L’ex presidente del Senato si limita a dire che “stamattina De Mita mi ha fatto una telefonata, mi ha fatto molto piacere” per poi liquidare, anche qui con il suo consueto pragmatismo, fantasmi di spaccature tra i Democratici: “Scissione? Ma quale scissione…”.
La vicenda che vede Sel non votare Marini alla presidenza della Repubblica non è foriera di una frattura insanabile con il Pd.
Lo ha assicurato il leader di Sinistra, Ecologia e Libertà Nichi Vendola, conversando con i giornalisti in Transatlantico poco prima dell’avvio delle votazioni.
“Il voto di Sel a Rodotà, quello del Pd a Marini e tutta la vicenda Quirinale non è il tramonto dell’alleanza con Pd”, ha detto, “anche se oggi lo dice il titolo di qualche giornale”.
Sel voterà per Stefano Rodotà al primo scrutinio, ha annunciato Gennaro Migliore intervistato ad Agorà. “Serve un segno di cambiamento” ha detto il capogruppo alla Camera, “Su Marini non c’è nessuna pregiudiziale, ma l’entusiasmo di Berlusconi fa pensare a un’ipotesi di governissimo”. Questo non significa la fine dell’alleanza, ha assicurato. “Crediamo che si possa converge tutti su Rodota’, sarebbe paradossale mettere in discussione questa coalizione ora che si sta eleggendo un Presidente che speriamo dia l’incarico a Bersani”.
Lo stesso Migliore dice che “sarebbe paradossale mettere in discussione la coalizione alla vigilia dell’elezione del Presidente della Repubblica, che pensiamo debba dare l’incarico a Pier Luigi Bersani” Quale è stata la reazione di Bersani di fronte alla scelta di Sel? “Bersani ha preso atto di una differenza – spiega Migliore – peraltro manifestata pubblicamente anche da altri rappresentanti del Pd. A questo punto bisogna investire su un Presidente della Repubblica che più incontra il sentimento di rinnovamento che c’è nel Paese”.
Nella Lega l’orientamento che sta emergendo è di votare Marini. Ieri il gruppo del Carroccio aveva spiegato che al primo scrutinio avrebbe votato Manuela Dal Lago, ma fonti parlamentari del partito di via Bellerio non escludono che il gruppo possa indicare proprio l’ex leader della Cisl nella scheda. Ieri anche Silvio Berlusconi aveva cercato di convincere il Carroccio a votare subito Marini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.