Quantcast

Il senatore Crimi e il sonnellino incriminato

Sta facendo il giro del web l'immagine che ritrae il capogruppo dei grillini a Palazzo Madama mentre si concede una pausa relax "ad occhi chiusi". L'ironia di Fiorello.

(g.g.) Chi di sarcasmo ferisce, di sarcasmo perisce… Potremmo sintetizzare in questo modo la foto, pubblicata dal Corriere della Sera che immortala il senatore bresciano Vito Crimi mentre schiaccia un sonnellino a Palazzo Madama, durante l’informativa del premier Monti sul Consiglio europeo del 14 e 15 marzo.
Crimi, giorni fa, era stato al centro di alcune polemiche dopo avere ironizzato sul capo dello Stato dicendo che “Grillo aveva tenuto sveglio Napolitano” durante le consultazioni al Quirinale.
Non solo, lo staff di Beppe Grillo, per spiegare a cosa serviva un questore a 5 Stelle, aveva pubblicato una foto in cui vengono ritratti alcuni parlamentari che dormono beatamente sui banchi di Montecitorio. Peccato, però, che l’immagine, sebbene eloquente, sia piuttosto datata: in essa, infatti, compare anche Tommaso Padoa Schioppa, morto nel 2010.
Sul social network facebook l’istantanea che ritrae la pennichella di Crimi sta raccogliendo molti commenti. Scrive, ad esempio, Amerigo: “Eh sì per vedere Vito Crimi alle prese con Morfeo non è servito attendere gli 80 anni di Napolitano, il futuro non è più quello di una volta”.
Scrive invece Bastante: “Chiunque si addormenti in Parlamento merita di venir preso a sberle da chi lavora. A quando il piacere immenso?” e chi suggerisce al senatore un caffè per tenersi vigile. C’è chi rimarca con durezza: “Ma non eri tu che chiamavi il Presidente Napolitano “Morfeo”… Io gli farei un atto di umiltà, domanderei pubblicamente scusa…”.
C’è tuttavia chi dà ragione a Crimi e giustifica il sonnellino, come Marco, che scrive: “Ha ragione a dormire mentre parlano i prof della lingua! Bravo Crimi! Avrai anche bisogno di riposare!”. Sulla stessa linea difensiva pure Giuseppe che spiega: “ma parlava Monti! è normale addormentarsi, peggio del sonnifero”.
Sull’immagine del dormiente Crimi si è scatenata anche l’irona di Fiorello che ne ha fatto una parodia: “Smentisco che stavo dormendo, stavo aspettando che mi arrivasse il segnale telepatico da Casaleggio e questa cosa si può fare solo tenendo gli occhi chiusi, questo è quanto”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.