Quantcast

‘In Parlamento conteremo pure le caramelle’

Il M5S vuole essere presente nelle istituzioni per renderle trasparenti e presenterà propri candidati per le vice presidenze delle Camere e per il ruolo di questori.

(red.) “E’ arrivato il momento di dare dimensione alle preoccupazioni di Lamberto Dini e Beppe Pisanu. E’ giunta l’ora di ‘rendicontare le caramelle’ e, dunque di portare le istanze di quel 25 e passa per cento di elettori che ha votato il Movimento 5 Stelle”.
Beppe Grillo, dal suo blog, si riferisce a uno scambio di battute, dei giorni scorsi, tra i due esponenti politici a proposito dell’ingresso di parlamentari 5 Stelle negli organismi di vertice dei due rami del Parlamento. “Lamberto Dini, per inciso, non ci ha ancora svelato nulla di cosa sa del Copasir, il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica di cui accennava qualche giorno fa. Attendiamo (s)fiduciosi”, rileva ancora Grillo facendo cenno ad un altro dei possibili organismi nel mirino degli eletti 5 Stelle. “Vorremmo filmare tutto e diffondere via web le riunioni, ma per ora, con le stringenti regole in vigore nei palazzi romani, non è possibile”.
E’ la comunicazione che Beppe Grillo affida al suo blog per spiegare le ragioni per cui i militanti grillini non possono attendersi l’operazione trasparenza, a colpi di videocamere e dirette dalle aule, attuata nei consigli regionali e comunali che hanno visto la prima ondata di esponenti del Movimento 5 Stelle nelle istituzioni. Intanto, Grillo anticipa che la conferenza stampa di martedì alle 11 alla Camera della capogruppo designata, Roberta Lombardi, è dedicata a parlare “di come intendiamo muoverci in vista della riunione dei Capigruppo” e, questa sì, è un “evento in diretta streaming”. “Il web è, e rimarrà, il nostro strumento privilegiato di contatto e di relazione con gli elettori per tutta la durata del nostro mandato”, sottolinea Grillo
“Confermiamo il nostro rifiuto a partecipare ai talk show televisivi”. Lo ribadisce Beppe Grillo dal suo blog. “In tivù”, spiega, “ci andremo solo se avremo la possibilità di parlare di idee e programmi o se avremo bisogno di spiegare ai cittadini gli imbrogli perpetrati ai loro danni”. “L’impronta che vogliamo dare a questa nostra prima esperienza nelle istituzioni di governo”, conferma, “è un’azione di rinnovamento che questo Paese non ha mai conosciuto in passato”. “Ora che siamo stati eletti al Parlamento, vogliamo essere presenti nelle Commissioni bicamerali, nelle giunte e negli uffici di presidenza di Camera e Senato”. Beppe Grillo guarda oltre le beghe interne del caso Grasso e guarda avanti, confermando che “vogliamo partecipare alle decisioni che si prendono al chiuso delle stanze dei bottoni, per rispetto della volontà popolare che ci ha scelto”.
“Dopo la nomina della presidente della Camera Laura Boldrini siamo a una prima giornata cruciale”, spiega dal suo blog ricordando che “oggi, martedì, alle 18, a Montecitorio ci sarà la prima conferenza dei Capigruppo: si parlerà della composizione dell’Ufficio di Presidenza che verrà votato in aula giovedì, decidere le nomine dei suoi vicepresidenti e soprattutto scegliere i questori: veri e propri controllori “, sottolinea, “dei conti alla Camera”. “Noi cittadini del Movimento 5 Stelle presenteremo i nostri candidati per tutti questi ruoli percè”, ribadisce, “vogliamo essere protagonisti del rinnovamento che abbiamo promesso in campagna elettorale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.