Quantcast

Orzinuovi, Renzi (Pd) :”La Lombardia è strategica”

Il sindaco di Firenze nel Bresciano per sostenere la candidatura di Umberto Ambrosoli al Pirellone. "La Lega vuole una sua moneta? E il ponte levatoio, no?".

 

(red.) Matteo Renzi guarda alla Lombardia come la Regione in cui “si gioca la sfida più importante” e, per questo, ha detto che “vorremmo essere tutti lombardi”. La strategicità della partita, secondo il sindaco di Firenze, non è “solo per i seggi al Senato, ma perchè”, ha spiegato, “siamo di fronte a due modelli culturali diversi: da una parte la chiusura e il ritorno di politiche che hanno fallito a livello nazionale, dall’altro l’innovazione e gli investimenti sulle idee”.
Così il candidato Pd si è espresso davanti ad un’affollata assemblea al centro culturale Aldo Moro di Orzinuovi, nel Bresciano, nel primo pomeriggio di mercoledì insieme con Umberto Ambrosoli, in tour per la campagna elettorale delle Regionali e delle politiche del prossimo 24 e 25 febbraio. La cittadina dell’Ovest bresciano è “roccaforte” renziana. Qui, infatti, alle primarie del centrosinistra, il giovane primo cittadino di Firenze si era imposto battendo il rivale Pierluigi Bersani, segretario del partito. E “renziani” è infatti anche il sindaco di Orzinuovi, Andrea Ratti.
Renzi non ha mancato di lanciare alcuni affondi al Carroccio, sottolineando ironicamente che la proposta di introdurre una moneta complementare in Lombardia è “una grande innovazione” e che i leghisti potrebbero anche proporre di “abolire il Telepass e ritornare al ponte levatoio”.
Per il sindaco fiorentino Beppe Grillo è “come un orologio rotto che due volte al giorno segna l’ora esatta”, sottolineando che “on è accettabile” quando il leader del Movimento 5 Stelle afferma che “la mafia non esiste e l’Aids non è un problema”, mentre ha ragione quando sostiene che la politica ha bisogno di credibilità”.
Un appello poi al centrosinistra Renzi lo fa sottolineando che non è utile parlare di Berlusconi in campagna elettorale e che, per vincere, serve non litigare all’interno della coalizione.
Il sindaco di Firenze ha anche proposto al suo collega bresciano di indire un gemellaggio con la città dei Medici. Il tour elettorale di Renzi si è poi spostato a Paderno Franciacorta per un secondo incontro pubblico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.