Quantcast

Camera, ‘posto al sole’ per Saglia e Romele?

E pure per l'ex ministro Gelmini. Resta invece invece in dubbio la candidatura di Margherita Peroni. Incertezza assoluta sulla lista dei nomi bresciani per il Senato.

(red.) Tempo di elezioni e si affinano le liste con cui i partiti decidono di presentarsi nell’agone delle Politiche e delle Regionali dei prossimi 24 e 25 febbraio.
Martedì pomeriggio il Pdl ha presentato le linee guida del programma per la corsa al Pirellone che, il partito di Berluscono affronterà sostenendo la candidatura del leghista Roberto Maroni, così come previsto nel patto siglato tra l’ex premier e il segretario del Carroccio.
Come annunciato dall’ex ministro dell’Interno lunedì a Brescia, la coalizione punta alla costituzione di una macroregione del nord “a Costituzione invariata”, secondo quanto consentito dall´articolo 117 (comma 8) della Carta.
Tra i punti salienti dell’accordo Pdl-Lega una no-tax-area che in 3 anni porti alla creazione di «350 mila posti di lavoro”, ma anche “la contrattazione di secondo livello per la scuola e la sanità”, la “lotta sterminatrice all´eccesso di burocrazia, con moratoria di 3 anni da tutti gli adempimenti amministrativi e burocratici per le imprese”, lo “sviluppo del Fattore Famiglia per tutti e del sistema delle doti”, “l´aumento del Fondo Nasko”, e il “rafforzamento del Buono Scuola”.
Il direttivo bresciano del Popolo della Libertà ha intanto stilato la lista dei nomi che concorrono per un “posto al sole” in Lombardia. Tra quelli certi,  Alberto Cavalli e Mauro Parolini, mentre per l’ex assessore Margherita Peroni permangono alcune incertezze. Il partito vorrebbe “cristallizzare” la sua candidatura in attesa  dell’esito delle amministrative a Brescia.
Per quanto riguarda la Camera dei Deputati, in quota ci sarebbero Mariastella Gelmini, Stefano Saglia (che, a differenza di Viviana Beccalossi, ha deciso di rimanere nel Pdl) e Giuseppe Romele, mentre ancora un punto interrogativo rimane per i nomi bresciani da candidare al Senato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.