Quantcast

Formigoni: “Corruzione solo in casa Pdl e Lega?”

Il presidente lombardo a commento dell'inchiesta della Procura di Milano nella quale risultano indagati 62 consiglieri. "Cosa aspetta l'opposizione ad autodenunciarsi?"

(red.) “E così oggi (giovedì, ndr.), primo giorno ufficiale di campagna elettorale, sappiamo finalmente dove sta di casa la corruzione in Lombardia! Sta tutta e solo nei Consiglieri del Pdl e della Lega: 62 indagati su 62 fra Consiglieri ed ex Consiglieri! E sappiamo anche che i Consiglieri dell’opposizione, che hanno vissuto in questi anni con gli stessi regolamenti e le stesse leggi e hanno avuto gli stessi rimborsi, sono invece tutti innocenti!”.
Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia, Roberto Formigoni, commentando i 37 nuovi nomi di consiglieri od ex consiglieri al Pirellone iscritti nel regsitro degli indagati per peculato dalla Procura di Milano.
“Mi chiedo”, ha aggiunto “il Celeste”,”cosa aspettino i compagni dell’opposizione a fare un gesto di minima responsabilità, cosa aspettino ad autodenunciarsi. A chi pensano di raccontare che i loro scontrini sono diversi da quelli della maggioranza? Ovviamente confermo quanto già detto più volte in questi giorni: chi realmente ha fatto un uso scorretto del denaro pubblico deve essere punito ed escluso dalla candidatura. Ma va anche fatta chiarezza su tutte le persone implicate e non solo su quelle della maggioranza”, ha concluso Formigoni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.