Quantcast

Redditi on line solo per 5 deputati bresciani su 16

Sul sito Openpolis.it le dichiarazioni patrimoniali dei parlamentari italiani. Ci sono quelle di Corsini e Ferrari (Pd), Gelmini e Beccalossi (Pdl) e Mura (Idv).

(red.) Trasparenza? Sì, ma non per tutti. Sono infatti solo cinque su 16 (al momentto) i parlamentari bresciani che hanno pubblicato online le proprie dichiarazioni dei redditi.
I documenti sono visionabili sul sito dell´associazione Openpolis (openpolis.it, piattaforma che si occupa “di progetti per l’accesso alle informazioni pubbliche, che promuovono la trasparenza e la partecipazione democratica dei cittadini della rete”) e riguardano gli onorevoli Paolo Corsini (Pd), Pierangelo Ferrari (Pd), Silvana Mura (IdV), Viviana Beccalossi (Pdl), Mariastella Gelmini (Pdl).
Per tutti viene registrato un lieve calo del reddito dichiarato. Le dichiarazioni on line sono pubblicabili solo previo consenso dell’interessato, ma la legge prevede che gli stessi sino obbligati a comunicarla ed aggiornarla perché possa essere depositata in un apposito Bollettino che è consultabile solo presso la Camera o il Senato.
Scorrendo i dati sui “guadagni” dei parlamentari bresciani spicca la dichiarazione dell’ex ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini che ha dichiarato un imponibile di 172.368 euro. Non è possibile fare un raffronto con il 2011 perché l’ultimo reddito pubblicato dall’onorevole bresciana risale al 2008.
Segue Paolo Corsini, ex sindaco di Brescia, con 169.611 euro, erano 169.285 nell’anno precedente.
Silvana Mura, deputata dell’Italia dei Valori, originaria di Chiari, ha presentato un imponibile pari a 167.946 euro, in calo ripsetto a quello del 2011, che ammontava a 169.205.
Seguono Viviana Beccalossi con una dichiarazione dei redditi che ammonta, per il 2012, a 123.453 euro (era di 124.714 nel 2011) e Pierluigi Ferrai con 120.491 euro (erano 124.714 nell’anno precedente).

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.