Quantcast

Palazzolo, eliminati i cartelli bilingue

La Giunta guidata dal neosindaco Gabriele Zanni ha deliberato di togliere la cartellonistica "doppia", in italiano ed in dialetto, apposta nel 2001.

Più informazioni su

(red.) Eliminati i cartelli “bilingue” all’ingresso di Palazzolo sull’Oglio, nel Bresciano.
Uno dei primi atti della Giunta  guidata dal neosindaco Gabriele Zanni è stato quello di rimuovere la cartellonistica con l’indicazione in dialetto del nome della città e della frazione di San Pancrazio.
Niente più “Palasol” o “San Brencat” dunque, così come del resto è imposto dal codice della strada che non lo consente, se non, è stato spiegato, solo in casi particolari.
La duplice dicitura, uno in italiano e l’altro in dialetto, era stata apposta nel 2001 dalla amministrazione leghista guidata da Gianpietro Metelli. Il costo dell’operazione, appaltata, parte da un prezzo base di 10.200 euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.