Quantcast

Massardi risponde alle accuse: “Ho sempre rispettato le regole sulla caccia”

(red.) Gli anellini di riconoscimento utilizzati dal vicecapogruppo della Lega, Floriano Massardi, sono stati evocati nell’aula del Pirellone da alcuni consiglieri di opposizione. Massardi ha replicato di “aver sempre rispettato le regole in materia venatoria” e di “essere assolutamente sereno per quanto riguarda il buon esito del procedimento”.
“Uno studio scientifico, commissionato a un ente terzo e depositato agli atti della Commissione Regionale Agricoltura, ha dimostrato che oltre il 75% degli anellini è fuori tolleranza già all’origine, da nuovi, ha detto l’esponente del Carroccio. “Ho piena fiducia nella magistratura che farà completa e limpida chiarezza sull’intera vicenda.Per quanto riguarda lo straordinario tempismo dei controlli, effettuati a soli due giorni dalla mia partecipazione alla manifestazione dei cacciatori a Brescia, preferisco non esprimermi”.
“Continuerò tranquillamente la mia attività venatoria come ho sempre fatto“, conclude Massardi, “nel pieno rispetto delle regole, e a far parte con orgoglio della grande famiglia dei cacciatori lombardi e bresciani”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.