Quantcast

Iseo, “trasporti inadeguati, turismo meno competitivo”

Lo sottolinea Legambiente Basso Sebino, puntando il dito sulle presunte carenze nel settore del trasporto pubblico locale lacustre e ferroviario.

(red.) “Biciclette abolite da Monteisola nel mese di agosto: limitazioni e
restrizioni dei bici sia sui treni che sui battelli a causa delle flotte vecchie, inadeguate e inquinanti che vanno ancora con motori a diesel. Carenti integrazioni di orari treno/autobus/battello e neppure tariffe integrate treno/bus/battello. In un anno la navigazione ha cambiato 10 orari di servizio (troppe nonostante il Covid)”.

porto di Siviano di Monte Isola Montisola

Questo l’elenco di “errori” riscontrati da Dario Balotta, presidente di Legambiente basso Sebino, negli interventi per il trasporto pubblico sul lago d’Iseo.
“Gli orari estivi con le correzioni chieste per assicurare i servizi minimi a
Siviano Porto sono in vigore dal 24 luglio, ma nel nuovo orario ufficiale è indicata solo la data di  avvio dell’orario ma non quella di scadenza, rendendo impossibile ogni programmazione”, evidenzia Balotta.

“Dopo le proteste della cittadinanza di Monteisola e di Legambiente, la Navigazione del Lago d’Iseo ha provveduto a ripristinare le corse tagliate su Siviano Porto con la pubblicazione di un  secondo orario estivo 2021. Una delle corse ripristinate, con partenza alle 11.50 da Sulzano non impiegherà più 25 minuti ma 35 perché toccherà, oltre che Sale Marasino e Carzano, anche Marone. Marone, però, oltre che essere più distante è nella zona tariffaria
“B”, non inclusa in quella di Monteisola (zona “C”)”, sottolinea il presidente di Legambiente Basso Sebino.

“Pertanto”, secondo le stime di Balotta, “un monteisolano, con il badge locale, anziché pagare 50 centesimi una corsa ne pagherà oltre il triplo, 1,60 euro. Da quattro anni la più importante biglietteria del lago, quella di Sulzano, è in un orribile container in prossimità dell’imbarco  nonostante i locali della nuova biglietteria, costati 100 mila euro dove ora trova posto anche l’ufficio turistico siano stati riaperti da due anni”.

Legambiente si scagli anche contro le “inspiegabili soppressioni ferragostane di 21 treni giornalieri su 52 sulla Brescia-Iseo-Edolo, senza nessun avviso ai passeggeri sono entrate in vigore il 2 agosto, cioè una settimana prima di quanto programmato, lasciando esterrefatti i passeggeri”.

legambiente

“Un sistema di trasporti e della mobilità che funziona in questo modo non può che provocare disagi, scoraggiare l’uso dei trasporti pubblici e di conseguenza riempire i parcheggi  di Iseo, Sulzano e Sale Marasino di automobili”, aggiunge Balotta.
La sosta selvaggia e la congestione delle strade aumentano sul lago, e così l’inquinamento e l’incidentalità, soprattutto per le biciclette vista l’assenza di piste ciclabili , che in tutta Europa sono il mezzo che viene privilegiato anche per avviare la transizione ecologica di cui tanto si parla ma di cui non si vedono i fatti”.
“Sulzano ed Iseo oltre che fare da parcheggio per le auto lasciate in
sosta dai visitatori di Monteisola ora sono diventate anche i
parcheggi delle biciclette respinte da Monteisola”, aggiunge l’ambientalista.

“I comuni del lago (pomposamente denominati G16) pensano ai grandi eventi e non alla mobilità sostenibile mentre il territorio con questi servizi perde competitività turistica. Perché  l’agenzia provinciale della mobilità bresciana e l’assessorato ai Trasporti della Regione non controllano  controllare l’inefficacia dei servizi di trasporto e impongono una nuova programmazione degli orarie e maggiore efficienza dei servizi?”, chiosa Legambiente Basso Sebino.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.