Quantcast

Jacobs, botta e risposta politico tra Lerner e Salvini

Il giornalista ed il leader leghista polemizzano a suon di Tweet dopo la vittoria del centometrista bresciano.

(red.) Sembra quasi impossibile, in Italia, godere di una medaglia d’oro olimpica senza che non emerga qualche polemica di varia natura.

Dopo le accuse (non troppo) velate di doping rivolte al trionfatore dei cento metri piani, il bresciano Marcell Jacobs , da parte dei quotidiani anglosassoni, un altro dibattito, questa volta di natura politica e circoscritto ai confini nazionali, emerge a seguito di un Tweet pubblicato da Gad Lerner.

Il giornalista, subito dopo la vittoria dell’atleta desenzanese, ha postato un commento sul proprio profilo: “Marcell Jacobs un grande bresciano (alla faccia di chi so io)”. Una stoccata destinata a Matteo Salvini, il quale ha celebrato l’atleta azzurro rispondendo, piccato, a Lerner.

Il leader leghista ha scritto: “Povero Gad, mai una gioia… Goditi la vita e una grande vittoria italiana! Viva Marcell, che pena i rosiconi“.

In un altro tweet, il leghista ha commentato anche le dichiarazioni del presidente del Coni Giovanni Malagò, che dopo la vittoria di Marcell Jacobs aveva dichiarato: “Aberrante che non ci sia lo Ius Soli sportivo”.

Salvini ha scritto: “Ius Soli? Già oggi, a 18 anni, chiunque può chiedere e ottenere la cittadinanza. Squadra che vince non si cambia!”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.