De Rosa (M5S): “Zona rossa per errore della Regione? Paghino i danni”

(red.) “Così fosse, Regione Lombardia risponda di questo imperdonabile errore e paghi i danni a tutte quelle imprese, a tutti quei lavoratori, a tutti quegli studenti che stanno subendo sulla propria pelle gli effetti dell’incapacità di questa giunta. Non solo hanno dimostrato di non saper gestire l’emergenza, ma ora parrebbe che per un loro errore nel comunicare i dati abbiamo pagato il prezzo, economico e psicologico, di una settimana in zona rossa. Ora paghino i danni. Se la notizia fosse confermata il Movimento Cinque Stelle valuterà se intraprendere in tal senso un’azione legale nei confronti della Giunta di centrodestra”, è il duro attacco del capogruppo del Movimento Cinque Stelle, Massimo De Rosa, a commento della notizia per cui i tecnici della Regione dovrebbero trasmettere al ministero della Salute i nuovi dati, ammettendo di aver sbagliato il calcolo dell’Rt nell’ultimo monitoraggio, sollecitando quindi una nuova valutazione della cabina di regia.

 “Sarebbe gravissimo. Praticamente da una settimana hanno bloccato l’intera Regione concentrandosi su di un ricorso al Tar contro loro stessi” attacca De Rosa.
“Silurato con disonore l’ex assessore Gallera, al presidente Fontana è stata tolta anche l’ultima foglia di fico, per coprire le proprie vergogne. Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia dicano ora ai lombardi, costretti a tenere i negozi chiusi e i figli a casa sulla base di un loro errore, a chi devono rivolgersi per veder riparato al danno subito. Chi risponderà di questo ennesimo scandalo?” domanda De Rosa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.