Caos vaccini antinfluenzali, alcuni medici cancellano prenotazioni

Un carico di altra scorta sarà sbloccato in dogana solo mercoledì e sarà disponibile dalla prossima settimana.

(red.) In Lombardia, così come nel territorio bresciano, è sempre più caos sul fronte dei vaccini antinfluenzali. Il problema è molto semplice: non ci sono, anche perché un grosso carico dovrebbe essere sbloccato dalla dogana solo da mercoledì 18 novembre e portare i vaccini a potersi diffondere a partire dalla prossima settimana, da lunedì 23.

E infatti alcuni medici di base sono stati costretti a informare i propri pazienti interessati – in questa fase le categorie più fragili tra over 65, soggetti con patologie e donne in gravidanza – del fatto che le prenotazioni di questa settimana fino al 21 sono state cancellate. E visti i tempi incerti per questo genere di categorie, per tutti gli altri resta ancora di più un rebus.

Nel frattempo è giunta una comunicazione secondo la quale i medici di medicina generale possono effettuare il vaccino solo ai pazienti con più di 65 anni, mentre quelli al di sotto e pur affetti da patologie devono rivolgersi e prenotare tramite le Asst di riferimento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.