Via Gallo, auto Loggia in divieto dopo dramma

Ieri qualche residente e commerciante ha fatto notare la vettura comunale sulle strisce e a pochi metri dal punto dell'investimento di Jenniffer Rodrigues.

Più informazioni su

(red.) Un gesto ritenuto indelicato a due passi dal punto in cui lunedì 8 luglio era stata investita, per poi morire, la sfortunata barista Jenniffer Rodrigues Loda. Ieri, giovedì 11, nel primo pomeriggio e come segnalato da alcuni residenti e commercianti attraverso i social network e poi ripreso anche da alcuni giornali, un’auto con i simboli del Comune di Brescia era in divieto di sosta e in parte occupava le strisce pedonali in via Gallo. E a pochi metri di distanza era presente un mazzo di fiori per ricordare proprio la 22enne deceduta.

E’ accaduto tutto intorno alle 14 nel momento in cui i passanti e alcuni negozianti hanno poi fatto notare all’autista, un dipendente di palazzo Loggia, l’azione scorretta. Il diretto interessato, che per pochi minuti aveva raggiunto un vicino negozio, ha cercato di giustificarsi. Ma agli occhi di chi abita e lavora sul posto, soprattutto dopo la disgrazia, si è trattata di una grave leggerezza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.