Ex Spiaggia d’Oro, nuovo esposto

Fratelli d'Italia chiede lo sgombero forzato dello stabile, l'apertura di un'inchiesta e il sequestro dei locali occupati dal 21 dicembre 2015.

Più informazioni su

Spiaggia(red.) Il caso dell’ex ristorante Spiaggia d’Oro di Desenzano del Garda, nel bresciano, occupato abusivamente dal 21 dicembre dal Collettivo Gardesano Autonomo, torna davanti alla giustizia. Il gruppo di Fratelli d’Italia che fa parte dell’opposizione di centro destra in consiglio comunale ha presentato un esposto alla procura di Brescia. Il movimento chiede l’intervento delle forze dell’ordine per sgomberare lo stabile, l’apertura di un’inchiesta penale e il sequestro della struttura.
L’edificio dismesso, di proprietà del comune gardesano, è stato occupato dal Collettivo che ha creato il movimento sociale “Zanzanù” con l’obiettivo di chiedere spazi per le associazioni e i gruppi giovanili. Fratelli d’Italia con la Lega Nord e Forza Italia aveva già sollevato il problema con un altro esposto presentato il 14 gennaio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.