Quantcast

Bordonali, “Espellere clandestini in corteo”

"Manifestare in questo modo significa passare dalla parte del torto. Questi estremisti dovrebbero imparare il rispetto delle regole prima di ergersi a paladini della moralità".

Bordonali(red.) “Le scene viste sabato pomeriggio in centro a Brescia sono davvero inaccettabili, così come sono inaccettabili gli atteggiamenti dei soliti professionisti della guerriglia urbana che hanno come passatempo preferito l’attacco agli agenti delle forze dell’ordine. Brescia non si riconosce in queste manifestazioni violente.
Manifestare in questo modo significa passare automaticamente dalla parte del torto. Questi estremisti dovrebbero imparare il rispetto delle regole, delle istituzioni e della convivenza civile prima di ergersi a paladini della moralità. Gli attacchi alla questura per la mancata concessione dei permessi di soggiorno sono totalmente fuori luogo e mi auguro anzi che tutti coloro i quali siano riconosciuti come clandestini vengano immediatamente espulsi da questo Paese anche in seguito a quanto hanno fatto sabato pomeriggio nella città che li ha ospitati.
Esprimo dunque la mia solidarietà agli agenti delle forze dell’ordine e ai rappresentanti delle istituzioni che hanno subito aggressioni fisiche o verbali durante la manifestazione”. Queste le parole di Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza e Immigrazione della Regione Lombardia in merito alla manifestazione che si è svolta sabato nel centro di Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.